Settori di attività

La nuova normativa relativa all’IFRS 8 – Settori Operativi, pone l’attenzione sulla definizione dei settori oggetto di informativa secondo il c.d. “management approach”, ovvero facendo esclusivo riferimento alla struttura organizzativa interna ed alla reportistica periodicamente fornita al “più alto livello decisionale operativo” per l’assunzione di decisioni strategiche.

Il Gruppo Carige, ha ritenuto che il modello di business avesse una doppia dimensione: quella territoriale, dato che la rete di vendita è suddivisa nelle aree geografiche Liguria e Fuori Liguria (di seguito Extra Liguria) e quella per segmento di clientela, considerando che la struttura organizzativa ed operativa prevede specifiche logiche di servizio (in termini di prodotti, prezzi ed infrastrutture) rivolte alle diverse tipologie di clientela.

Quale modello di riferimento per l’esposizione dell’informativa di settore, è stata adottata la logica “territoriale”, che scompone i risultati e le attività tra i seguenti settori operativi:

  • Liguria”: clientela operativa presso gli sportelli della Capogruppo ubicati in tale area geografica, unitamente ai risultati della Cassa di Risparmio di Savona, localizzata prevalentemente in tale regione;

  • Extra Liguria”: clientela operativa presso sportelli della Capogruppo localizzati nelle restanti regioni, unitamente ai risultati delle banche controllate localizzate in tali aree geografiche;

  • Altri settori operativi”: include la clientela residuale e le altre società del Gruppo che svolgono attività di asset management, assicurativa (ramo vita e danni), finanziaria e strumentale;

  • Elisioni e poste non allocate”: settore residuale previsto esplicitamente dalla normativa per dare evidenza delle elisioni infra-gruppo e delle poste di riconciliazione rispetto ai dati contabili.

Tale informativa sarà integrata da una sintetica rappresentazione per segmento di clientela dei valori economico-patrimoniali.

Criteri di determinazione delle componenti economiche e patrimoniali e degli indicatori

Il margine di intermediazione è determinato in base ai seguenti criteri:

  • il margine di interesse è rilevato per contribuzione utilizzando un sistema di tassi interni di trasferimento differenziati per prodotto;

  • le commissioni nette e le altre componenti dei ricavi netti da servizi sono, per la quasi totalità, allocate direttamente ai settori operativi territoriali/segmenti di clientela.

I costi operativi vengono determinati secondo le seguenti modalità:

  • le spese per il personale, le altre spese amministrative e gli altri proventi/oneri di gestione sono attribuiti ai settori territoriali/segmenti di clientela in via diretta o tramite driver, individuando più livelli di centri di costo e utilizzando fasi progressive di ribaltamento;

  • i costi sostenuti per l’attività di indirizzo e coordinamento sono attribuiti direttamente al Corporate Center (Altri settori operativi).

Le componenti patrimoniali vengono allocate nel seguente modo:

  • i crediti e i debiti verso clientela sono attribuiti in base alla collocazione geografica delle filiali (settori operativi territoriali) o alle caratteristiche delle controparti (segmenti di clientela);

  • i crediti e i debiti verso banche sono attribuiti alla Direzione Finanza (Altri settori operativi);

  • i titoli in circolazione e le passività finanziarie al fair value sono attribuiti in base alla collocazione geografica delle filiali (settori operativi territoriali) o alle caratteristiche delle controparti (segmenti di clientela); la quota non acquisita dalla clientela ordinaria è attribuita al settore residuale “Altri settori operativi”.

Il cost/income è determinato come rapporto tra i costi operativi e il margine di intermediazione.

Le voci economiche e patrimoniali dei prospetti corrispondono, nei loro totali, alle rispettive voci di bilancio.

Al fine di permettere un significativo confronto temporale, i dati relativi ai periodi precedenti sono stati rielaborati coerentemente alle attuali logiche di esposizione.

I risultati economici e patrimoniali dei settori operativi territoriali nell’anno 2010 sono i seguenti:

  • la rete Liguria presenta un margine di intermediazione pari a 422,7 milioni, in contrazione dello 0,3% rispetto all’anno 2009; al netto delle rettifiche di valore, il risultato della gestione finanziaria ammonta a 393,8 milioni; i costi operativi diminuiscono del 3,3% rispetto a dicembre 2009 e si attestano a 208,8 milioni.

Il cost income è pari al 49,4%, in contrazione rispetto al valore di fine 2009 (51%).

Per quanto riguarda l’andamento delle masse, i crediti verso clientela si attestano a 10.507 milioni (+5,7% rispetto al 31 dicembre 2009), i debiti verso clientela si riducono dello 0,7% rispetto alla fine del 2009 e si attestano a 6.981 milioni; i titoli in circolazione e le passività finanziarie valutate al fair value sono pari a 4.142 milioni. Le Attività Finanziarie Intermediate (AFI) ammontano a 22.949 milioni (+2,1% rispetto al 31/12/2009);

  • la rete Extra Liguria - che nel corso del 2010 è stata integrata con gli sportelli bancari acquisiti da Monte dei Paschi di Siena - presenta un margine di intermediazione che si attesta a 429,9 milioni, in crescita dello 0,9% rispetto al 2009 ed un risultato della gestione finanziaria, pari a 356 milioni (+4,7% rispetto al 2009). I costi operativi, pari a 277,6 milioni, sono sostanzialmente stabili rispetto al 2009.

Tali risultati si riflettono in un valore di cost income pari al 64,6%, contro il 65,1% dell’anno 2009.

Con riferimento ai volumi, i crediti verso clientela, attestandosi a 11.692 milioni, registrano una crescita dell’11,9% rispetto al 31 dicembre 2009; i debiti verso clientela ammontano a 6.922 milioni (+6,1% rispetto a dicembre 2009); i titoli in circolazione e le passività finanziarie valutate al fair value, pari a 2.105 milioni, registrano una contrazione del 3,6% rispetto al 31/12/2009. Le Attività Finanziarie Intermediate (AFI) si attestano a 18.296 milioni, in crescita del 12,1% rispetto al 31 dicembre 2009;

  • gli altri settori operativi presentano un’utile dell’operatività corrente pari a 53,4 milioni (119 milioni alla fine del 2009).

Con riferimento agli aggregati patrimoniali, il più rilevante è rappresentato dai titoli in circolazione e passività finanziarie valutate al fair value, pari a 6.816 milioni (+19,6% rispetto al 31/12/2009), 62% del totale del Gruppo. Le AFI ammontano a 12.708 milioni (+15,6% rispetto al 31 dicembre 2009).

AREE GEOGRAFICHE DI ATTIVITA' (IMPORTI IN MIGLIAIA DI EURO)

Liguria Extra Liguria Altri settori operativi Elisioni e altre poste TOTALE
Margine di intermediazione (1)  
 
 
 
 
anno 2010 422.739 429.885 213.115 -53.687 1.012.052
9 mesi 2010 331.511 327.746 120.061 -53.424 725.894
anno 2009 424.010 426.144 264.189 -43.458 1.070.885
Risultato netto della gestione finanziaria e assicurativa (2)  
 
 
 
 
anno 2010 393.756 355.964 199.812 -47.803 901.729
9 mesi 2010 307.852 273.895 113.531 -51.099 644.179
anno 2009 391.114 340.049 253.430 -37.375 947.218
Costi operativi  
 
 
 
 
anno 2010 -208.834 -277.572 -146.401 -7.267 -640.074
9 mesi 2010 -166.917 -216.394 -87.689 -4.496 -475.496
anno 2009 -216.070 -277.241 -134.393 -8.882 -636.586
Utile (perdita) della operatività corrente  
 
 
 
 
anno 2010 184.922 78.392 53.411 -55.070 261.655
9 mesi 2010 140.935 57.501 25.842 -55.595 168.683
anno 2009 175.044 62.808 119.037 -46.257 310.632
Cost income (%)  
 
 
 
 
anno 2010 49,4 64,6 68,7  
63,2
9 mesi 2010 50,4 66,0 73,0  
65,5
anno 2009 51,0 65,1 50,9  
59,3
Interbancario netto  
 
 
 
 
31/12/2010 - - -785.155 -745.065 -1.530.220
30/09/2010 - - 1.024.951 -1.238.645 -213.694
31/12/2009 - - 1.283.240 -630.322 652.918
Crediti verso clientela  
 
 
 
 
31/12/2010 10.507.199 11.692.080 3.146.283 -445.963 24.899.599
30/09/2010 10.638.549 11.777.102 1.730.752 -432.190 23.714.213
31/12/2009 9.943.033 10.451.643 2.723.131 -331.382 22.786.425
Debiti verso clientela (a)  
 
 
 
 
31/12/2010 6.980.975 6.921.757 2.061.565 -372.100 15.592.197
30/09/2010 7.420.447 6.789.133 2.036.503 -591.891 15.654.192
31/12/2009 7.032.982 6.521.609 1.906.765 -399.681 15.061.675
Titoli in circolazione e passività finanziarie valutate al fair value (3) (b)  
 
 
 
 
31/12/2010 4.141.660 2.104.571 6.816.039 -2.070.918 10.991.352
30/09/2010 4.042.420 2.648.106 5.402.236 -1.288.204 10.804.558
31/12/2009 4.353.263 2.183.440 5.698.711 -1.601.310 10.634.104
Altre Attività Finanziarie (c)  
 
 
 
 
31/12/2010 11.826.396 9.270.142 3.830.755 -836.723 24.090.570
30/09/2010 11.526.181 9.289.914 3.730.024 -742.517 23.803.602
31/12/2009 11.089.572 7.619.978 3.388.941 -872.864 21.225.627
Attività Finanziarie Intermediate (AFI) (d= a+b+c)  
 
 
 
 
31/12/2010 22.949.031 18.296.471 12.708.357 -3.279.740 50.674.119
30/09/2010 22.989.048 18.727.154 11.168.762 -2.622.612 50.262.352
31/12/2009 22.475.817 16.325.026 10.994.418 -2.873.855 46.921.406
(1) Incluso il risultato della gestione assicurativa (2) Inclusi gli utili delle partecipazioni e da cessione degli investimenti. (3) Le passività al fair value di Carige Vita Nuova, relative ai prodotti in cui il rischio dell'investimento è a carico degli assicurati, non sono state incluse in questa tabella.

AREE GEOGRAFICHE DI ATTIVITA' (% SUL TOTALE)

Liguria Extra Liguria Altri settori operativi Elisioni e altre poste TOTALE
Margine di intermediazione (1)  
 
 
 
 
anno 2010 41,8 42,5 21,0 -5,3 100,0
9 mesi 2010 45,7 45,2 16,5 -7,4 100,0
anno 2009 39,6 39,8 24,7 -4,1 100,0
Risultato netto della gestione finanziaria e assicurativa (2)  
 
 
 
 
anno 2010 43,7 39,5 22,1 -5,3 100,0
9 mesi 2010 47,8 42,5 17,6 -7,9 100,0
anno 2009 41,3 35,9 26,7 -3,9 100,0
Costi operativi  
 
 
 
 
anno 2010 32,6 43,4 22,8 1,2 100,0
9 mesi 2010 35,1 45,5 18,5 0,9 100,0
anno 2009 33,9 43,6 21,1 1,4 100,0
Utile (perdita) della operatività corrente  
 
 
 
 
anno 2010 70,7 30,0 20,3 -21,0 100,0
9 mesi 2010 83,6 34,1 15,3 -33,0 100,0
anno 2009 56,4 20,2 38,3 -14,9 100,0
Crediti verso clientela  
 
 
 
 
31/12/2010 42,2 47,0 12,6 -1,8 100,0
30/09/2010 44,9 49,7 7,2 -1,8 100,0
31/12/2009 43,6 45,9 12,0 -1,5 100,0
Debiti verso clientela  
 
 
 
 
31/12/2010 44,8 44,4 13,2 -2,4 100,0
30/09/2010 47,4 43,4 13,0 -3,8 100,0
31/12/2009 46,7 43,3 12,7 -2,7 100,0
Titoli in circolazione e passività finanziarie valutate al fair value (3)  
 
 
 
 
31/12/2010 37,7 19,1 61,9 -18,7 100,0
30/09/2010 37,4 24,5 50,0 -11,9 100,0
31/12/2009 40,9 20,5 53,6 -15,0 100,0
Altre Attività Finanziarie  
 
 
 
 
31/12/2010 49,1 38,5 15,9 -3,5 100,0
30/09/2010 48,4 39,0 15,7 -3,1 100,0
31/12/2009 52,2 35,9 16,0 -4,1 100,0
Attività Finanziarie Intermediate (AFI)  
 
 
 
 
31/12/2010 45,3 36,1 25,1 -6,5 100,0
30/09/2010 45,7 37,3 22,2 -5,2 100,0
31/12/2009 47,9 34,8 23,4 -6,1 100,0
(1) Incluso il risultato della gestione assicurativa (2) Inclusi gli utili delle partecipazioni e da cessione degli investimenti. (3) Le passività al fair value di Carige Vita Nuova, relative ai prodotti in cui il rischio dell'investimento è a carico degli assicurati, non sono state incluse in questa tabella.

 

Risultato netto gestione finanziaria

 

Passando all’analisi sui segmenti di clientela, la clientela ordinaria prevede:

  • Private e Affluent, nel quale è riportata l’informativa relativa alla clientela privata di maggiore dimensione e al Centro Fiduciario;

  • Corporate, a cui fanno capo i rapporti con medie e grandi imprese (sottosettori Middle Corporatee Large Corporate);

  • Retail, nel quale confluiscono le attività svolte nei confronti della clientela di minori dimensioni, sia dal lato della raccolta, sia da quello degli impieghi (Mass Market e Small Business);

Al termine dell’anno 2010, il margine di intermediazione della clientela ordinaria ammonta a 781 milioni, -1,3% rispetto all’anno 2009. Il segmento Private & Affluent presenta un risultato di 158,3 milioni, +9,1% rispetto al 2009, sostenuto soprattutto dalla componente commissionale sulla raccolta indiretta. Il segmento Corporate riesce a mantenersi allineato a quanto registrato alla fine del 2009, con un risultato di 259,1 milioni, grazie alla contribuzione sugli impieghi a medio-lungo termine e alla componente commissionale del comparto creditizio. Il segmento Retail chiude l’anno 2010 con un margine di 363,5 milioni, -5,7% rispetto al 2009, penalizzato dalla contribuzione sulle poste a breve termine.

Il risultato della gestione finanziaria ed assicurativa della clientela ordinaria ammonta a 677,8 milioni, stabile rispetto al valore dell’anno 2009. Il segmento Private e Affluent è pari a 158,1 milioni, +9,2% rispetto all’anno 2009; il segmento Corporate presenta un risultato pari a 210,7 milioni, +8,1% rispetto all’anno precedente; il segmento Retail si attesta a 309 milioni, -6,8% rispetto al 2009.

SEGMENTI DI CLIENTELA (IMPORTI IN MIGLIAIA DI EURO)
 
Private e Affluent Corporate Retail Totale segmenti di clientela Totale bilancio
Margine di intermediazione (1)  
 
 
 
 
anno 2010 158.345 259.138 363.498 780.981 1.012.052
9 mesi 2010 122.767 196.432 292.103 611.302 725.894
anno 2009 145.189 260.209 385.604 791.002 1.070.885
Risultato netto della gestione finanziaria e assicurativa (2)  
 
 
 
 
anno 2010 158.111 210.715 308.967 677.793 901.729
9 mesi 2010 122.625 162.668 246.806 532.099 644.179
anno 2009 144.844 194.844 331.617 671.305 947.218
Costi operativi  
 
 
 
 
anno 2010 -111.712 -98.314 -260.543 -470.569 -640.074
9 mesi 2010 -86.900 -76.816 -213.099 -376.815 -475.496
anno 2009 -104.240 -97.417 -270.421 -472.078 -636.586
Utile (perdita) della operatività corrente  
 
 
 
 
anno 2010 46.399 112.401 48.424 207.224 261.655
9 mesi 2010 35.725 85.852 33.707 155.284 168.683
anno 2009 40.604 97.427 61.196 199.227 310.632
Numero clienti  
 
 
 
 
anno 2010 190.035 19.250 1.093.370 1.302.655 1.383.866
9 mesi 2010 192.539 19.006 1.063.688 1.275.233 1.355.123
anno 2009 187.433 18.395 1.053.238 1.259.066 1.301.492
Utile per cliente (importi in euro)  
 
 
 
 
anno 2010 244,2 5.839,0 44,3  
 
9 mesi 2010 185,5 4.517,1 31,7  
 
anno 2009 216,6 5.296,4 58,1  
 
Cost income (%)  
 
 
 
 
anno 2010 70,5 37,9 71,7  
63,2
9 mesi 2010 70,8 39,1 73,0  
65,5
anno 2009 71,8 37,4 70,1  
59,3
Crediti verso clientela  
 
 
 
 
31/12/2010 609.257 11.282.604 8.933.006 20.824.867 24.899.599
30/09/2010 578.925 11.189.535 8.716.996 20.485.456 23.714.213
31/12/2009 536.732 10.684.451 8.398.612 19.619.795 22.786.425
Debiti verso clientela (a)  
 
 
 
 
31/12/2010 6.041.045 1.752.798 5.085.413 12.879.256 15.592.197
30/09/2010 6.316.207 1.628.125 5.307.166 13.251.498 15.654.192
31/12/2009 6.089.861 1.818.370 5.806.205 13.714.436 15.061.675
Titoli in circolazione e passività finanziarie valutate al fair value (3) (b)  
 
 
 
 
31/12/2010 4.548.249 165.945 1.430.490 6.144.684 10.991.352
30/09/2010 4.391.380 151.922 1.405.670 5.948.972 10.804.558
31/12/2009 4.904.831 111.557 1.456.070 6.472.458 10.634.104
Altre Attività Finanziarie (c)  
 
 
 
 
31/12/2010 15.414.151 1.015.134 3.148.630 19.577.915 24.090.570
30/09/2010 15.246.306 1.050.166 3.134.098 19.430.570 23.803.602
31/12/2009 13.445.963 735.922 3.022.310 17.204.195 21.225.627
Attività Finanziarie Intermediate (AFI) (d = a + b + c)  
 
 
 
 
31/12/2010 26.003.445 2.933.877 9.664.533 38.601.855 50.674.119
30/09/2010 25.953.894 2.830.213 9.846.933 38.631.040 50.262.352
31/12/2009 24.440.655 2.665.850 10.284.584 37.391.089 46.921.406
(1) Incluso il risultato della gestione assicurativa (2) Inclusi gli utili delle partecipazioni e da cessione degli investimenti. (3) Le passività al fair value di Carige Vita Nuova, relative ai prodotti in cui il rischio di investimento è a carico degli assicurati, non sono state incluse in questa tabella.

Il sito è ottimizzato per Internet Explorer 6 (e superiori), Firefox 1.5 (e superiori) e per una risoluzione del monitor di 1024x768 pixel

Il browser deve avere abilitato il supporto per i cookies. Tali cookies contengono esclusivamente informazioni tecniche atte a garantire il miglior funzionamento e
la sicurezza dell'applicazione e non a rilevare l'attività svolta dall'utente

2010 - Gruppo Banca Carige - Banca Carige SpA - Part. I.V.A. 03285880104