L’utile delle partecipazioni ammonta a 5,8 milioni (7,3 milioni nel 2009) ed è in gran parte riconducibile alle interessenze valutate col metodo del patrimonio netto.

L'utile dell'operatività corrente si è attestato a 261,6 milioni (-15,8% rispetto ai 310,6 milioni del 2009).

Al netto di accantonamenti per imposte sul reddito per 98 milioni (103,3 milioni a dicembre 2009) e considerando l’utile delle attività non correnti in via di dismissione (banca depositaria) per 15,9 milioni, utili di pertinenza di terzi per 2,4 milioni, l’utile netto di pertinenza della capogruppo risulta pari a 177,2 milioni, rispetto ai 205,4 milioni di dicembre 2009.

Il risultato della redditività complessiva di pertinenza della capogruppo, che include le componenti reddituali rilevate direttamente a patrimonio netto, è pari a 6,3 milioni, rispetto a 428,1 milioni del 2009. La diminuzione deriva principalmente, dalle variazioni delle riserve dei titoli disponibili per la vendita - negative per 150,8 milioni nel 2010 e positive per 224,9 milioni nel 2009, a causa delle svalutazioni del portafoglio titoli di negoziazione – che hanno interessato, in particolare, titoli governativi italiani e di altri paesi dell’Unione Europea. Tali svalutazioni saranno recuperate al massimo alla scadenza dei titoli stessi.

Il sito è ottimizzato per Internet Explorer 6 (e superiori), Firefox 1.5 (e superiori) e per una risoluzione del monitor di 1024x768 pixel

Il browser deve avere abilitato il supporto per i cookies. Tali cookies contengono esclusivamente informazioni tecniche atte a garantire il miglior funzionamento e
la sicurezza dell'applicazione e non a rilevare l'attività svolta dall'utente

2010 - Gruppo Banca Carige - Banca Carige SpA - Part. I.V.A. 03285880104