Raccolta indiretta

La raccolta indiretta ammonta a 24.090,6 milioni, in aumento nell’ultimo trimestre dell’1,2% e nei dodici mesi del 13,5% (+9,6% al netto dell’apporto degli sportelli ex BMPS).

Analogamente al Sistema, la clientela si è prevalentemente indirizzata nella prima parte dell’anno verso forme di risparmio gestito, soprattutto prodotti bancario-assicurativi e fondi comuni; nella seconda parte, in particolare nell’ultimo trimestre, si è invece registrata una ripresa dei titoli di Stato in relazione ad un recupero dei rendimenti che a fine 2009 erano scesi in certi casi a valori prossimi allo zero.

Il risparmio gestito pari a 10.341,6 milioni cresce dell’1,5% da settembre 2010 e del 18,9% rispetto a dicembre 2009; al netto degli sportelli ex BMPS la crescita è pari al 14,4%.

I fondi comuni ammontano a 5.502,7 milioni, con aumenti dello 0,2% e del 14,9% rispettivamente nei tre e nei dodici mesi; all’interno crescono i fondi azionari (+10,5% e +33,3% rispettivamente nei tre e nei dodici mesi) mentre calano i monetari (-1,8% e -6,7%), i bilanciati (279,4 milioni) restano sostanzialmente stabili e gli obbligazionari aumentano nell’anno (21,3%) ma con una contrazione dell’1,3% nell’ultimo trimestre. Il 75% circa dei fondi fa capo alla controllata Carige A.M. SGR, la cui gestione si è caratterizzata per la qualità dei risultati ottenuti, testimoniata da un lato dalla contabilizzazione di rilevanti commissioni di performance e, dall’altro lato, dall’ottenimento di riconoscimenti esterni quale il premio Top Rating Milano Finanza Tripla A, recentemente conseguito per l’ottima performance del fondo Carige Total Return 1 nella categoria dei fondi flessibili.

Nonostante il difficile momento congiunturale, il comparto dei fondi comuni e, in particolare, Carige AM SGR (che gestisce unicamente fondi di diritto italiano) dovrebbero trarre beneficio dalla revisione normativa disposta dal D.L. 225 del 29 dicembre 2010 (c.d “Decreto Milleproroghe 2011”) che ha equiparato il trattamento fiscale dei fondi di diritto italiano a quello dei fondi di diritto estero.

I prodotti bancario-assicurativi ammontano a 4.134 milioni (+3,8% e +23,1%); la forte crescita proseguita in modo regolare per tutto l’anno, ha consentito di colmare quasi integralmente il gap di penetrazione che il Gruppo presentava in passato rispetto al Sistema.

Le gestioni patrimoniali (704,9 milioni) diminuiscono nell’ultimo trimestre (-1,6%) ma aumentano nell’anno (27,7%) anche al netto dell’apporto delle masse ex BMPS (+17,5%).

Il risparmio amministrato si attesta a 13.748,9 milioni, in aumento dell’1% e del 9,8% rispettivamente nei tre e nei dodici mesi (+6,2% al netto degli sportelli ex BMPS). I titoli di Stato, dopo la flessione dei primi mesi dell’anno, mostrano una ripresa, attestandosi a 4.878,8 milioni, in aumento del 3,3% negli ultimi tre mesi del 2010.

RACCOLTA INDIRETTA (IMPORTI IN MIGLIAIA DI EURO)
 
Situazione al Variazioni %
 
31/12/10 30/09/10 31/12/09 31/12/08 12/10
9/10
12/10
12/09
Totale (A+B) 24.090.570 23.803.602 21.225.627 20.960.268 1,2 13,5
Risparmio gestito (A) 10.341.649 10.190.506 8.701.235 7.930.228 1,5 18,9
Fondi comuni e SICAV 5.502.726 5.492.615 4.790.690 4.688.404 0,2 14,9
Gestioni patrimoniali 704.916 716.117 552.182 576.992 -1,6 27,7
Prodotti bancario-assicurativi 4.134.007 3.981.774 3.358.362 2.664.832 3,8 23,1
Risparmio amministrato (B) 13.748.921 13.613.096 12.524.392 13.030.040 1,0 9,8
Titoli di Stato (1) 4.878.766 4.721.663 4.410.459 6.007.378 3,3 10,6
Altro (1) 8.870.154 8.891.433 8.113.933 7.022.662 -0,2 9,3
(1) All'interno del risparmio amministrato i dati al 31/12/2008 sono stati riclassificati omogenamente ai periodi successivi.

I premi incassati sui prodotti bancario-assicurativi ammontano a 830,2 milioni a fronte di 962,7 milioni del 2009. Essi sono rappresentati per circa il 98% dalle polizze vita tradizionali con un marginale apporto delle polizze Unit linked e Gestlink. In particolare hanno riscosso notevole consenso da parte della clientela le polizze “Carige Soluzione Rendimento” e “Carige Soluzione Risparmio”; positivo anche l’esordio della nuova polizza ramo I “Carige per 5”, dedicata all’acquisizione di nuove disponibilità finanziarie. I premi incassati del ramo danni ammontano a 6,6 milioni (3,7 milioni a dicembre 2009) per circa l’88% riconducibili ai rami elementari.

BANCASSICURAZIONE (IMPORTI IN MIGLIAIA DI EURO)

Situazione al Var. %
 
31/12/10 30/9/10 31/12/09 31/12/08 12/10
12/09
Totale premi incassati 830.158 630.402 962.729 630.235 -13,8
Vita (1) 823.515 625.206 959.040 625.841 -14,1
. Polizze Unit linked/Index 10.524 3.952 14.091 18.104 -25,3
. Polizze Tradizionali 812.991 621.254 944.949 607.737 -14,0
Danni (1) 6.643 5.197 3.689 4.394 80,1
. Rami auto 769 572 790 964 -2,6
. Rami elementari 5.873 4.624 2.899 3.430
(1) A seguito della mutata ripartizione dei prodotti sono stati omogeneamente riclassificati i dati dei periodi precedenti.

Nell'ambito della raccolta indiretta, il peso della Liguria risulta pari al 63,4% (63,2% a settembre 2010 e 66,6% a dicembre 2009); seguono la Lombardia con quota pari al 12,4% e la Toscana con un peso del 7,3%, quasi raddoppiato grazie all’ingresso delle filiali acquisite da BMPS.

Il sito è ottimizzato per Internet Explorer 6 (e superiori), Firefox 1.5 (e superiori) e per una risoluzione del monitor di 1024x768 pixel

Il browser deve avere abilitato il supporto per i cookies. Tali cookies contengono esclusivamente informazioni tecniche atte a garantire il miglior funzionamento e
la sicurezza dell'applicazione e non a rilevare l'attività svolta dall'utente

2010 - Gruppo Banca Carige - Banca Carige SpA - Part. I.V.A. 03285880104