I crediti per cassa verso clientela, al netto di rettifiche di valore per 662,9 milioni, ammontano a 24.710,4 milioni, in aumento del 5% nell’ultimo trimestre (+9,5% rispetto a fine 2009). Tale valore non comprende i titoli di debito classificati L&R.

Al lordo di rettifiche di valore, l’aggregato aumenta del 5,1% nell’ultimo trimestre e del 9,8% nell’anno (+6,8% al netto degli sportelli ex BMPS). Tale crescita conferma il tradizionale sostegno a favore sia delle imprese, sia delle famiglie, nei confronti delle quali il Gruppo ha posto in essere anche una significativa attività di riscadenziamento e di ristrutturazione finalizzata ad aiutare la clientela a superare il difficile momento congiunturale.

Il livello di copertura dei fondi svalutativi è salito nell’anno dal 2,4% al 2,6%.

La componente a breve termine, pari al 24,1% del totale, ammonta a 6.122,3 milioni, in crescita del 21% nel trimestre e del 14% nei dodici mesi. La forte crescita del trimestre è in gran parte correlata all’incremento delle operazioni in pronti contro termine con controparti finanziarie.

La componente a medio-lungo ammonta a 18.140,8 milioni (+0,5% da settembre e +7,3% nei dodici mesi) ed è finanziata per circa il 60% da raccolta oltre il breve termine.

All’interno i mutui si attestano a 13.525,4 milioni (+2,8% da settembre e +12,2% da dicembre 2009). In crescita sono soprattutto i mutui ipotecari a privati che, dopo la crisi del 2009, hanno presentato una progressiva ripresa. In particolare, rispetto al 2009 le stipule sono aumentate del 13,4% negli importi e del 12,3% nel numero.

Le sofferenze ammontano a 1.110,2 milioni e sono aumentate nell’anno del 32,8% in modo generalizzato a causa del prolungato difficile momento congiunturale. Conseguentemente l’incidenza sul totale degli impieghi è salita al 4,4%, rispetto al 4,3% di settembre e al 3,6% di dicembre 2009; tale dinamica è sostanzialmente allineata a quella di Sistema e, a partire dagli ultimi mesi dell’anno, ha presentato segni di miglioramento.

I crediti verso banche, al netto di rettifiche di valore per 0,9 milioni (stesso valore a settembre 2010 e a dicembre 2009), ammontano a 1.242 milioni, in diminuzione del 31,2% nell’ultimo trimestre, ma in aumento del 15,7% nei dodici mesi; essi sono rappresentati per il 94,7% da crediti a breve termine.

Il saldo interbancario netto (differenza tra crediti e debiti verso banche) evidenzia una posizione debitoria netta per 1.720 milioni (446,4 milioni a settembre 2010) rispetto ad una posizione creditoria netta per 414,4 milioni di dicembre 2009. Tale dinamica è determinata in parte dagli effetti derivanti dall’acquisto degli sportelli ex BMPS, e in parte dalla dinamica congiunta delle poste con la clientela che hanno evidenziato maggiori crescite dei crediti rispetto alla raccolta. La posizione di liquidità risulta comunque adeguata in considerazione della presenza di congrue riserve facilmente liquidabili.

CREDITI (1) (IMPORTI IN MIGLIAIA DI EURO)

 
 
 Situazione al Variazione %
 
 
31/12/10 30/09/10 31/12/09 31/12/08 12/10
9/10
12/10
12/09
Totale (A+B)  
25.952.366 25.332.774 23.641.572 21.634.328 2,4 9,8
Crediti verso clientela (A)
24.710.380 23.526.884 22.567.907 20.648.153 5,0 9,5
-Valori nominali (2)  
25.373.267 24.152.707 23.116.726 21.119.889 5,1 9,8
 
conti correnti 3.064.385 3.048.256 3.049.003 2.932.602 0,5 0,5
 
PCT attivi 958.289 115.908 482.145 658.796 98,8
 
mutui (3) 13.525.404 13.157.063 12.050.626 11.114.470 2,8 12,2
 
carte di credito, prestiti personali e cessioni del quinto 623.132 611.093 578.871 525.232 2,0 7,6
 
leasing 829.974 815.015 810.255 821.860 1,8 2,4
 
factoring 187.986 167.404 141.119 121.903 12,3 33,2
 
altri crediti 4.088.996 4.092.884 4.118.444 3.667.322 -0,1 -0,7
 
attività deteriorate (3) 2.095.101 2.145.084 1.886.263 1.277.704 -2,3 11,1
-breve termine  
6.122.255 5.058.290 5.371.688 5.595.357 21,0 14,0
% sul valore nominale
24,1 20,9 23,2 26,5  
 
-medio/lungo termine  
18.140.829 18.054.151 16.909.159 14.902.783 0,5 7,3
% sul valore nominale
71,5 74,8 73,1 70,6  
 
-Sofferenze  
1.110.183 1.040.266 835.879 621.749 6,7 32,8
% sul valore nominale
4,4 4,3 3,6 2,9  
 
-Rettifiche di valore (-)  
662.887 625.823 548.819 471.736 5,9 20,8
Crediti verso banche (B)
1.241.986 1.805.890 1.073.665 986.175 -31,2 15,7
-Valori nominali (2)  
1.242.861 1.806.763 1.074.538 986.953 -31,2 15,7

riserva obbligatoria 228.511 326.870 220.045 327.713 -30,1 3,8

conti correnti e depositi liberi 146.213 261.242 63.481 112.932 -44,0

depositi vincolati 311.328 162.310 510.394 401.145 91,8 -39,0

pronti contro termine - 416.339 - 23.122 -100,0

finanziamenti 540.650 623.958 264.891 105.925 -13,4

attività deteriorate 16.159 16.044 15.727 16.116 0,7 2,7
-breve termine  
1.177.574 1.780.544 1.030.071 939.591 -33,9 14,3
% sul valore nominale
94,7 98,5 95,9 95,2  
 
-medio/lungo termine  
65.287 26.219 44.467 47.362 46,8
% sul valore nominale
5,3 1,5 4,1 4,8  
 
-Rettifiche di valore (-)  
875 873 873 778 0,2 0,2
(1) Al netto dei titoli di debito classificati L&R. (2) Al lordo delle rettifiche di valore. (3) In base alle nuove disposizioni dettate dalla Banca d’Italia nel primo aggiornamento della circolare 262/2005 del 18 novembre 2009 (“Il bilancio bancario: schemi e regole di compilazione”), tra cui la riorganizzazione dei dettagli informativi sulle “attività deteriorate” e sulle “attività cedute e non cancellate”, queste ultime sono ora rilevate nell’ambito delle pertinenti forme tecniche e non più in una voce autonoma. Per consentire un confronto omogeneo, i corrispondenti dati relativi al 31/12/2008 sono stati opportunamente riclassificati.

Il sito è ottimizzato per Internet Explorer 6 (e superiori), Firefox 1.5 (e superiori) e per una risoluzione del monitor di 1024x768 pixel

Il browser deve avere abilitato il supporto per i cookies. Tali cookies contengono esclusivamente informazioni tecniche atte a garantire il miglior funzionamento e
la sicurezza dell'applicazione e non a rilevare l'attività svolta dall'utente

2010 - Gruppo Banca Carige - Banca Carige SpA - Part. I.V.A. 03285880104