Operazioni di covered bond

Nella seduta del 4 dicembre 2007 il Consiglio di Amministrazione di Banca CARIGE ha espresso il suo parere favorevole alla realizzazione di un programma di raccolta a medio - lungo termine per un ammontare massimo di Euro 5 miliardi, da attuarsi, su un arco temporale di cinque anni (2008 – 2013), attraverso l’emissione da parte della Banca CARIGE di Obbligazioni Bancarie Garantite (Covered Bond) (di seguito il “Programma”).

La società veicolo utilizzata per il programma è Carige Covered Bond Srl, partecipata direttamente da Banca CARIGE per una quota del 60%.

Il Programma prevede l'emissione da parte di Banca CARIGE, a diverse scadenze, di serie di Obbligazioni Bancarie Garantite di diversa durata, comunque non inferiore a 18 mesi, fino a concorrenza dell'importo massimo di Euro 5 miliardi.

Nell'ambito del Programma, la Banca CARIGE ha adottato le procedure interne di controllo (anche a livello di Gruppo) adeguate allo schema operativo previsto per l’emissione delle obbligazioni garantite, in virtù dell'elevato grado di innovazione e di complessità operativa e giuridica di tali operazioni ed in conformità alle disposizioni normative e regolamentari applicabili ed, in particolare, alle disposizioni di vigilanza emanate dalla Banca d'Italia il 17 maggio 2007 e successive modificazioni ed integrazioni (le "Disposizioni di Vigilanza").

Nella seduta del 29 agosto 2008 il Consiglio di Amministrazione ha preso atto del modello organizzativo predisposto dalla Direzione Organizzazione per la realizzazione e la gestione del Programma.

Banca CARIGE ha conferito mandato alla società di revisione Mazars & Guerard Spa per lo svolgimento dell’attività di "Asset Monitor", cioè del controllo della regolarità dell’operazione e dell’integrità della garanzia a favore degli investitori; i controlli effettuati e le valutazioni sull’andamento delle operazioni sono oggetto di un’apposita relazione annuale indirizzata anche al Collegio Sindacale della Banca CARIGE.

Nel contesto del Programma la struttura dell’Auditing Interno della Banca CARIGE effettua, con una cadenza di almeno 12 mesi, una completa verifica dei controlli svolti, avvalendosi anche delle informazioni ricevute e delle valutazioni espresse dall’ "Asset Monitor". I risultati di tali verifiche sono portati a conoscenza del Consiglio di Amministrazione della Banca CARIGE.

L’unità della Banca Carige preposta al monitoraggio dei rischi verifica su base regolare e per ciascuna operazione:

  • la qualità e l’integrità degli attivi ceduti, in particolare la stima del valore degli immobili, sia residenziali che non residenziali, su cui grava l’ipoteca in relazione ai crediti fondiari ed ipotecari ceduti;

  • il rispetto del rapporto massimo tra le obbligazioni garantite emesse e gli attivi ceduti a garanzia;

  • l’osservanza dei limiti alla cessione e delle modalità di integrazione;

  • l’effettiva ed adeguata copertura dei rischi offerta dai contratti derivati, eventualmente stipulati in relazione all’operazione.

Al fine di consentire alla società cessionaria di adempiere agli obblighi della garanzia prestata, la Banca Carige utilizza idonee tecniche di Asset & Liability Management per assicurare un tendenziale equilibrio tra le scadenze dei flussi finanziari generati dagli attivi ceduti e le scadenze dei pagamenti dovuti dalla banca emittente in relazione alle obbligazioni bancarie garantite emesse e agli altri costi dell’operazione.

Il Programma è stato strutturato in conformità alle disposizioni normative e regolamentari applicabili che consentono l’emissione di Covered Bond in presenza di determinati requisiti patrimoniali per le banche cedenti ed emittenti.

La Capogruppo effettua periodicamente le valutazioni richieste dalle Disposizioni di Vigilanza circa i requisiti patrimoniali richiesti alle banche cedenti o emittenti nel contesto di operazioni di emissione di obbligazioni bancarie garantite, le necessarie verifiche ai fini del rispetto dei limiti alla cessione, nonché attente valutazioni circa gli obiettivi perseguiti ed i rischi connessi alla realizzazione del Programma.

La Capogruppo ha effettuato tre cessioni di crediti al veicolo Carige Covered Bond:

la prima, con data di efficacia 1 novembre 2008, costituita da un blocco di mutui residenziali ipotecari e da mutui commerciali ad un prezzo complessivo di €1.505.288.305,89; la seconda con data di efficacia 28 settembre 2009, costituita da un blocco di mutui ipotecari residenziali ad un pezzo complessivo di €1.034.318.857; la terza, con data di efficacia 26 luglio 2010, costituita da un blocco di mutui residenziali e commerciali ad un prezzo complessivo di € 847.337.674.

Alla data del 31.12.2010 risultano in circolazione Obbligazioni Bancarie Garantite emesse da Carige per l’ammontare complessivo di €1.893.500.000, di cui €1.500.000.000 collocate sul mercato, €180.000.000 sottoscritte dalla controllata Carige Vita Nuova S.p.A. ed €213.500.000 costituiti da Registered Covered Bonds collocati presso investitori istituzionali tedeschi.

Ai titoli in circolazione sono stati attribuiti i seguenti ratings: da Fitch AAA; da Moody’s Aaa.

Si segnala inoltre che nel mese di febbraio 2011 la Capogruppo ha ceduto a Carige Covered Bond ulteriori mutui residenziali per un’ammontare di oltre 630 milioni di € emettendo, in data 10 marzo 2011, titoli sul mercato per nominali di euro 500 milioni.

Il sito è ottimizzato per Internet Explorer 6 (e superiori), Firefox 1.5 (e superiori) e per una risoluzione del monitor di 1024x768 pixel

Il browser deve avere abilitato il supporto per i cookies. Tali cookies contengono esclusivamente informazioni tecniche atte a garantire il miglior funzionamento e
la sicurezza dell'applicazione e non a rilevare l'attività svolta dall'utente

2010 - Gruppo Banca Carige - Banca Carige SpA - Part. I.V.A. 03285880104